Venerdì 22 Giugno 2018
Riconoscimenti dalla Regione per i risultati del 2017. Maglia nera a Messina


Comuni virtuosi nella differenziata: premiati S. Teresa, Limina e Roccafiorita

di Andrea Rifatto | 12/04/2018 | AMBIENTE

758 Lettori unici

La delegazione di S. Teresa

Zona jonica presente tra i comuni siciliani premiati questa mattina a Catania tra quelli che sono stati virtuosi nella raccolta dei rifiuti. La seconda edizione del premio “Comune virtuoso nella raccolta differenziata 2017”, giunto alla sua seconda edizione, ha infatti visto i comuni di S. Teresa di Riva, Limina e Roccafiorita ottenere i riconoscimenti consegnati dalla Regione siciliana per premiare la buona amministrazione di sindaci, assessori, tecnici comunali e aziende di gestione e raccolta dei rifiuti che, in sinergia, hanno saputo raggiungere nell’ultimo quadrimestre dello scorso anno la soglia prevista dalla legge del 65% di raccolta differenziata, dando testimonianza concreta con il loro impegno di saper implementare azioni efficaci nel campo del rispetto dell’ambiente, della cultura del riciclo e della raccolta differenziata. S. Teresa di Riva è stato premiato come comune virtuoso per aver raggiunto una percentuale di differenziata superiore al 65%, visto che nell'ultimo quadrimestre 2017 è arrivato al 74,38% di differenziata ed è al nono posto nella classifica regionale; Limina per aver avuto performance mensili oltre il 50% (74,3% a novembre) e Roccafiorita per avere una differenziata oltre il 50% (51,09% media ultimo quadrimestre 2017). Bollino rosso, invece, per la città di Messina, dove la differenziata è ancora carente.

La cerimonia si è svolta alle Ciminiere di Catania nell’ambito del 10° Salone internazionale Progetto Comfort. “Abbiamo premiato i Comuni siciliani che rappresentano un modello di riferimento per la raccolta differenziata, anche nella speranza che possa essere da stimolo per tutte le altre amministrazioni che fanno precipitare l'Isola all'ultimo posto in Italia” ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci. Presenti l'assessore regionale all'Energia e ai servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, il dirigente generale del Dipartimento Acqua e rifiuti, Salvo Cocina, e i presidenti delle Srr, le Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti della Sicilia. Trentasette sono i comuni che hanno superato la soglia del 65% di raccolta minima prevista per legge (nel 2016 erano 23), 71 quelli che si attestano tra il 50% e il 65% (nel 2016 erano 51).

Nutrita la spedizione partita da S. Teresa, composta dal sindaco Danilo Lo Giudice, dal suo vice Annalisa Miano, dall’assessore all’Ambiente Gianmarco Lombardo, dalla presidente del Consiglio Domenica Sturiale, dai consiglieri comunali Anna Dominici e Santino Scarcella, dal direttore dell’Aro rifiuti Onofrio Crisafulli, dal responsabile della ditta Onofaro Francesco Gugliotta e dall’ispettore capo della Polizia municipale Giuseppe Trimarchi. Presente anche l’ex sindaco di S. Teresa e attuale deputato regionale Cateno De Luca. “Un percorso fatto da tanti sacrifici ma che anche quest’anno ci ha portato a questo straordinario riconoscimento, risultato che è di tutta la comunità che ha saputo intraprendere un percorso virtuoso per una gestione ottimale dei rifiuti – ha detto Lo Giudice. Dobbiamo ovviamente proseguire sulla scia intrapresa perché questo è ciò che ci chiede la gente, salvaguardare il nostro ambiente migliorando giorno dopo giorno il futuro dei nostri figli, cercando di lasciare un mondo più pulito. Un ringraziamento all’onorevole De Luca per aver avviato questo percorso tre anni addietro con la precedente squadra di governo. Ringrazio l’assessore Lombardo che quotidianamente segue la delega all’Ambiente con grande meticolosità e tutta la meravigliosa squadra che mi onoro di rappresentare per la grande sensibilità e collaborazione. L’Ufficio tecnico, nella persona dell’ingegnere Crisafulli, che segue tutte le dinamiche inerenti la raccolta differenziata confrontandosi con la ditta Onofaro che quotidianamente svolge il servizio con grande professionalità. E infine – ha concluso il sindaco – ancora grazie a tutti i nostri concittadini: siete voi a fare la differenza sempre e comunque”. P

A Limina la differenziata è partita nel 2016 ma i primi risultati importanti si sono visti da settembre 2017, quando si sono eliminati i cassonetti stradali e sono stati distribuiti i contenitori differenziati alle utenze. Nel 2018 è stato raggiunto il 58,50% a gennaio, 62,30% a febbraio e l’80,90 a marzo. Oggi il Comune era presente alla premiazione con l’assessore all’Ambiente Franco Cannavò (nella foto sotto con Salvo Cocina), che ha ritirato il premio anche per Roccafiorita, in quanto il sindaco Santino Russo non ha fatto in tempo a raggiungere Le Ciminiere.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.